Il primo film a colori di Antonioni sulla Spiaggia Rosa in Sardegna

Sull’Isola di Budelli e in particolare lungo la sua famosissima spiaggia Rosa, nel 1964 è stato ambientato il primo film a colori del regista Michelangelo Antonioni, Deserto Rosso. Il film, premiato con il Leone D’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia e con il Nastro d’Argento, fece conoscere al mondo intero un territorio selvaggio, dalla bellezza disarmante e dalla colorazione unica. Protagonista della pellicola una straordinaria Monica Vitti. La spiaggia rosa Sardegna, oggi finalmente tutelata La Spiaggia Rosa di Budelli fa parte dell’Arcipelago de La Maddalena e ricopre una superficie di appena 1,6 km quadrati. Dal 1998 l’isola è chiusa allo sbarco ed all’ancoraggio, lontana dal turismo di massa che la stava lentamente distruggendo, e che ne ha saccheggiato per anni la sabbia. Oggi l’isola non è più aperta a pubblico: la si può visitare solamente dalla vicina Spiaggia del Cavaliere, attraverso le guide autorizzate del Parco de La Maddalena. Le guide scorteranno i turisti attraverso i sentieri immersi nella natura, fornendo spiegazioni non solo sulla colorazione rosa della sabbia, ma anche su tutta la vegetazione tipica dell’isola. Un vero tour a tutto tondo, alla scoperta di un territorio da preservare e ammirare. Una colorazione unica nel suo genere Ma a cosa è dovuta questa colorazione così particolare, senza dubbio unica nel suo genere? I fondali dell’Isola di Budelli sono abitati da un micro organismo di colore rosa, la Miniacina miniacea, che vive all’interno di una conchiglia. Il guscio di questo micro organismo, quando muore, viene portato verso riva dalle onde, sminuzzandosi e mescolandosi con la sabbia finissima, che diventa a quel punto di colore rosa. Purtroppo oggi a causa dei troppi turisti che hanno depredato l’isola, la sabbia non ha più la bella colorazione rosa intensa di un tempo. Ma si spera che il divieto di balneazione e di […]

Continua

Passeggeri sul piede di guerra: scatta il rimborso per ritardo aereo

Negli ultimi tempi le compagnie aeree si trovano nell’occhio del ciclone a causa dei numerosi disagi procurati a migliaia di passeggeri che ogni giorno scelgono l’aereo come mezzo per spostarsi. E’ di qualche mese fa la notizia che vede Ryanair, una delle compagnie aeree più conosciute nel mondo, al centro di un polverone poco felice: circa 500mila passeggeri sono rimasti a piedi a causa della cancellazione di oltre 30 tratte internazionali. La situazione ha provocato non pochi problemi ai viaggiatori ma, soprattutto alla compagnia aerea, la quale sarà obbligata a pagare i dovuti rimborsi per ritardo e cancellazione del volo aereo. Nonostante la compagnia aerea abbia offerto dei voli sostitutivi, i viaggiatori sono sul piede di guerra per l’infinità di disagi subiti e coincidenze perse. Come inoltrare la domanda di rimborso per ritardo aereo La maggior parte dei viaggiatori che abitualmente prendono l’aereo per i loro spostamenti non sono a conoscenza di preziose informazioni che possono rivelarsi molto utili in casi di imprevisti. Ad esempio, molti ignorano l’esistenza di un codice normativo che disciplina il giusto comportamento che le compagnie aeree devono adottare e i dovuti rimborsi da erogare ai propri clienti-viaggiatori in caso di problemi aerei a loro imputabili. Anche se, è pur vero, che le compagnie aeree sono solite sottoscrivere contratti con postille molto “particolari” in cui cercano di tutelarsi, evitando di elargire somme di denaro in caso di cavilli burocratici o problematiche legate ai voli, come i rimborsi per ritardi aerei. Ad ogni modo, la strada da seguire per ottenere un risarcimento dall’azienda erogatrice del servizio è abbastanza semplice, solo se si sceglie di seguire l’iter proposto da enti e organizzazioni specializzate nell’ottenimento dei rimborsi, come ad esempio www.flycare.eu Attraverso il sito è possibile il reperimento di tutte le notizie utili e di tutti i diritti […]

Continua

Scoprire la Baja California con un viaggio organizzato on the road

Un viaggio organizzato on the road è la soluzione ideale per scoprire e visitare la Baja California: infatti questa regione si caratterizza per una geografia mutevole e località molto diverse tra loro. Di conseguenza viaggiare su strada e per lunghe distanze diventa l’occasione per scoprire i segreti di questo territorio, attraversando sterminati deserti con cactus colossali e punteggiati da ranch e antiche missioni, canyon mozzafiato, caverne dalle pareti dipinte con pitture rupestri, miniere abbandonate e spiagge incantevoli. Al tempo stesso si possono baie incontaminate e lagune splendide dove in alcuni periodi dell’anno svernano le balene. Per molto tempo la Baja California del Sud è stata considerata una zona arida e desolata e questo fatto ha permesso che rimanesse incontaminata, vergine e lontana dalle abituali tratte turistiche. Fino agli anni Settanta erano poche le persone che decidevano di recarsi in questi luoghi. L’apertura della Statale 1 ha permesso di mettere in comunicazione le due estremità della penisola e rendere accessibile la Baja California ai viaggiatori che decidevano di spingersi fin qui. Oggi le mete toccate dall’autostrada sono diventate delle attrazioni per chi viene in vacanza nella regione, tuttavia esistono molti altri luoghi che si possono raggiungere solo in fuoristrada. Al tempo stesso bisogna tenere a mente che i trasporti non sono paragonabili a quelli delle zone turistiche in altre parti del mondo. Mete imperdibili sono le spiagge e le baie isolate dove le balene si riproducono e allevano i piccoli. Esistono diversi siti dove poter osservare questi mammiferi marini, sia sul Mar di Cortez che sulla costa occidentale. Diversi turisti si limitano ad ammirare le balene, ma la fauna della Baja California comprende molte altre specie, sia nell’entroterra che sulle isole davanti alla costa. Tra le prime si ricordano bighorn e cervi dalla coda bianca, linci e puma; tra le seconde varie specie di uccelli, delfini, leoni marini e otarie che formano vere e proprie colonie. […]

Continua

Rehlat, la più promettente app di viaggi del medio oriente

rehlat

Con le opportunità date dalle compagnie low cost e da siti come airbnb, i viaggi sono sempre più alla portata di tutti ed è anche per questo che molte delle applicazioni di successo degli ultimi tempo nascono in questo settore come nel caso di Rehlat. Essa è considerata una delle top 3 compagnie di viaggio online tra gli stati del golfo Persico e leader in Kuwait. Nel 2014 il founder Al-Bader aveva previsto le potenzialità e decise quindi di prendersi il rischio di questo lancio con l’ ausilio un team tecnologico dall’ esterno. Indisturbata dalla crescente competizione, soprattutto priva d’ organizzazione, Rehlat ha pianificato di essere una delle migliori compagnie di viaggio del Middle East, la chiave per Bader sta nell’ offrire un’ esperienza agli utenti semplice e libera da grattacapi per aggiungere valore ai loro viaggi. Localizzazione, contenuti e suoni sono gli ingredienti chiave che hanno portato alla transazione di Rehlat da dov’ era due anni fa a dov’è oggi. Sito e app sono disponibili sia in inglese che in arabo con tutti i sistemi di pagamento e deal per assicurare una user experience soddisfacente. Rehlat nasce come un’ expedia del Kuwait con una crescite elevata in tutto il medio oriente con una crescita nei primi mesi del 75% mensile nelle transazioni da hotel. Ma i suoi founder affermano che  hanno bisogno di guardare oltre le transazioni e raccogliere i benefici della tecnologia per raggiungere il livello successivo in termini di soddisfazione ed esperienza del cliente. “Abbiamo svolto con ottimi risultati la parte di transazioni di voli e ora stiamo provando a automatizzare l’ esperienza degli utenti post vendita per portarli al next level. Il team si sta concentrando su app e hotel, avendo recentement rinnovato la propria applicazione con un design innovativo. L’ app permette di guadagnare […]

Continua

Vieste, una stupenda vacanza in Puglia

Situata a pochi kilometri da Foggia, nel cuore orientale della Puglia, si sviluppa una delle meraviglie turistiche ambita da vacanzieri dell’intero globo : la Regione Garganica. Questo angolo di paradiso terrestre che prende il nome dal suo promontorio, Garganico appunto, è interamente circondata dal mare Adriatico, ad eccezione dei confini occidentali che si affacciano sulle infinite pianure del tavoliere delle Puglie. La Regione Garganica è ideale per chi cerca una vacanza all’insegna del mare immerso nella natura. Tutto il perimetro bagnato dall’Adriatico si alterna fra rocce scoscese e spiagge dalla sabbia fine di colore quasi dorato. Se si parla di Gargano non si parla di Puglia : c’è una totale differenza. Il Gargano è una regione a se, con un proprio paesaggio, una propria composizione geofisica, usi e costumi differenti dal resto del territorio pugliese. Una vacanza nel Gargano è consigliata a chi ama trascorrere il proprio soggiorno immerso in piccoli e grandi angoli marini circondati dalla fitta vegetazione e costruzioni rocciose create dalle erosioni del passato. Tra le strutture più famose della zona ci sono i villaggi turistici che ogni anno ospitano migliaia di turisti. Segnaliamo il sito del villaggio turistico Malia Village http://www.maliavillage.com/ dove potrete farvi un idea dei prezzi e del paesaggio mozzafiato che gli sta attorno. Naturalmente ogni comune della costiera Garganica ha centinaia di spiagge attrezzate dove trovare ogni genere di comfort per una vacanza di lusso. Parlando di lusso , non possiamo fare a meno che citare la “perla” del Gargano, la meta prediletta dal novanta percento del turismo balneare : Vieste. Questo comune di 13000 abitanti è situato sull’ estrema punta orientale della Regione ed ha una posizione unica sia per l’aspetto geografico che paesaggistico. Vieste per la sua bellezza e purezza ha ricevuto per numerose volte la bandiera Blu , un […]

Continua

Dove andare in barca a vela in Dalmazia

Chi è alla ricerca di una destinazione suggestiva per una vacanza in barca a vela sul Mare Adriatico non può fare a meno di prendere in considerazione l’idea di andare alla scoperta della Dalmazia, una delle regioni della Croazia più interessanti sia sotto il profilo paesaggistico che sotto il profilo artistico e storico. Da nord a sud, da Zara a Cavtat, questo territorio è noto in tutta Europa per il suo litorale estremamente eterogeneo, con una grande varietà di isolotti e isole, ma anche baie, calette e spiagge decisamente estese. A colpire l’attenzione dei turisti, però, è soprattutto la qualità del mare, con sfumature turchesi che si alternano in un gioco cromatico davvero unico. Perché andare in Dalmazia Per tutti questi motivi (e per molti altri ancora) la Dalmazia rappresenta la location ideale per chi ha in mente di usufruire del noleggio di barche a vela per vacanze da sogno: una striscia di terra che si affaccia sull’Adriatico, con le montagne sullo sfondo, costellato di isole piccole e grandi davvero speciali. Basti pensare alla lunga Pago, tanto verdeggiante sul fronte occidentale quanto brulla su quello orientale, o alle Isole Incoronate, senza dimenticare Pasmano, Ugliano, Brazza e Lesina, nota anche con il nome di Isola Lunga. Tra le mete da segnare in agenda c’è Trogir, da molti paragonata a Venezia, mentre Spalato è un gioiello artistico e storico con opere di valore assoluto, tra cui il Palazzo di Diocleziano. Dubrovnik, poi, è la Perla dell’Adriatico, addirittura uno dei siti inseriti dall’Unesco tra i patrimoni dell’umanità, con  il suo centro storico molto poetico, le sue mura imponenti e, soprattutto, la sua antica tradizione marinaresca, che non può non interessare e appassionare gli amanti della vela. Ma qual è il periodo migliore dell’anno per andare in Dalmazia? Il clima mediterraneo di questa zona è davvero piacevole, e perfino nella stagione invernale le temperature sono piuttosto […]

Continua

Viaggio di un giorno a Verona

Verona è una città d’arte tra le più belle e antiche d’Italia, anche se rispetto ad altre è meno conosciuta e forse meno rinomata.  La cosa bella di Verona è che può essere visitata anche in un solo giorno, con un itinerario mirato, che punta a far conoscere le bellezze principali. Si snoda a piedi tra le vie della città, per un totale di 6 chilometri e dura circa 6 ore totali, escluse le visite ai musei. Si parte dal museo Lapidario Maffeiano, uno dei più antichi musei pubblici d’Europa, istituito, nel 1475 da Scipione Maffei, rappresentante della cultura veronese. Dopo la visita ci si dirige verso piazza Bra, dove troneggia uno dei monumenti più famosi della cittadina: l’Arena. Ricordiamo che la città può essere visitata a piedi e consigliamo quindi di trovare alloggio presso alberghi vicino all’Arena di Verona in modo da potersi spostare in modo strategico, nel caso di una sosta oltre un solo giorno. La chiesa di San Fermo è uno dei monumenti religiosi più interessanti della città, dal momento che è composto da due chiese diverse sovrapposte in maniera armoniosa una all’altra. Questa chiesa si raggiunge proseguendo in direzione via degli Alpini e imboccando poi lo stradone Maffei. La prossima tappa è la porta Leoni, che si raggiunge da via Leoni. Si tratta di un monumento di epoca romana, di cui si possono ammirare la facciata interna, di epoca repubblicana, parte del basamento e altri resti. La casa di Giulietta è una delle tappe obbligate in una visita a Verona, situata in via Cappello 23. Qui è possibile visitare il balcone più famoso del mondo. Da qui si arriva al cuore della città: piazza delle Erbe. Di epoca romana è ancora un punto di riferimento molto vivace, circondata da palazzi storici suggestivi e dalla grande […]

Continua

Vacanze nel Salento Gallipoli con i bambini: ecco cosa fare

Molti genitori quando sono in procinto di programmare le prossime vacanze si domandano quali siano le località più indicate anche per i bambini. Il rischio è sempre quello che si annoino e che non riescano a trovare una loro dimensione per divertirsi, sia insieme ai genitori che con altri bambini. Il Salento per la sua storia, la gente, la posizione geografica e i luoghi da visitare, si candida a essere la meta ideale per tutta la famiglia e in particolare per i più piccoli. Una delle strutture che meglio si presta per le famiglie è certamente una masseria come Li Sauli, un hotel masseria poco distante da Gallipoli. Il contesto naturalistico, la tranquillità e l’assenza totale di pericoli per i più piccoli, sono tra i motivi che spingono a scegliere questa soluzione di pernottamento rispetto ad altre. La masseria Li Sauli è provvista di soluzioni di soggiorno con camere pensate per le famiglie. Si tratta di mini appartamenti con 2 camere, una matrimoniale e una con 2 lettini o culla su richiesta, che possono felicemente accogliere famiglie di 4 o 5 persone. Le camere sono spaziose, luminose, arredate con semplicità ma provviste di tutti i comfort, come aria condizionata e TV LCD, ma anche il frigobar, il telefono con linea diretta e il collegamento internet gratuito. Le masserie sono dimore storiche dove i bambini possono giocare, muoversi e correre in tutta libertà, in quanto provviste di ampi spazi verdi e tutte le comodità, anche per accogliere i neonati. Il personale è disponibile per qualsiasi richiesta che riguardi i pasti, dalla prima colazione servita all’aperto, fino alla cena. Dove portare i bambini nel Salento Il Salento a cominciare da Gallipoli è ricco di luoghi adatti per le famiglie in vacanza con bambini. Il mare prima di tutto è la meta preferita dai più piccoli che amano giocare in acqua, e quello salentino […]

Continua

Hotel Otranto per Famiglie? Scopri Hotel Koinè

Se si è in cerca di un hotel a Otranto per famiglie si può scegliere l’Hotel Koinè, un albergo a 4 stelle che sorge in una splendida posizione strategica e che offre ai suoi ospiti molti interessanti servizi. Dove si trova l’Hotel Koinè? Il punto in cui sorge l’Hotel Koinè è davvero molto accattivante: questa struttura, infatti, sorge sulla litoranea che collega Otranto con la località Alimini, un punto davvero perfetto per il turista. Hotel Koinè è vicinissimo al centro della città di Otranto, e questo è un vantaggio non da poco, inoltre la litoranea su cui sorge corrisponde a uno dei tratti costieri più belli di tutto il Salento. La vicinissima località Alimini deve il suo nome al fatto di includere i laghi Alimini, due piccoli laghi situati a brevissima distanza dalla costa e collegati tra loro con un piccolo canale, denominato Lu Strittu. I laghi Alimini compongono un paesaggio davvero straordinario, un ambiente che custodisce rare specie di flora e di fauna. La località Alimini è molto rinomata anche per le sue spaziose spiagge di morbida sabbia fina, e in questa zona è possibile scegliere tra spiagge libere e stabilimenti balneari attrezzati, come ad esempio il Lido Universo, con il quale l’Hotel Koinè è convenzionato. I tantissimi servizi dell’Hotel Koinè Hotel Koinè è considerato un ottimo hotel a Otranto per famiglie, ed effettivamente questa struttura offre dei servizi molto adatti a questo target di turisti. L’elenco dei servizi proposti da Hotel Koinè è molto ricco, e include una zona solarium con lettini, piscina esterna e vasca idromassaggio, mini club e mini parco giochi, bar, campo di calcetto, centro diving convenzionato, lido balneare convenzionato, palestra cardio, beach volley, teatro, circolo tennis convenzionato. Lo stabilimento in convenzione è ottimamente collegato con l’hotel tramite un apposito servizio navetta, la struttura mette a disposizione delle mountain bike in modo completamente gratuito, inoltre […]

Continua

Villaggi Turistici in Puglia: La Tua Vacanza a Corte del Salento

Il Villaggio Turistico Corte del Salento è un resort 4 stelle situato a Torre Sant’Andrea, località molto vicina a Otranto, famosa per il suo mare meraviglioso che si è aggiudicato più volte il prestigioso riconoscimento di Bandiera Blu. Ha un’area verde circostante di ben 9 ettari, è composto da 124 camere in puro stile case di corte mediterranee. Tipologia di camere Le camere della struttura Corte del Salento sono distribuite tra il piano terra e il primo piano e sono distinte in 3 tipologie: – STANDARD: situate al piano terra, adatte a 2 persone con la possibilità di aggiungere una culla per bebè; – TRIPLE: situate al piano terra e dotate di patio, possono ospitare fino a 2 persone; – FAMILY: sono quelle più grandi per ospitare gruppi/famiglie di 4-6 persone e bambini fino a 5 anni. Ogni camera ha l’ingresso indipendente ed è dotata di cassaforte, asciugacapelli, telefono, TV satellitare, condizionatore d’aria, doccia e frigobar (è possibile farlo allestire). In caso di ospiti diversamente abili è possibile richiedere una sistemazione adeguata. Masseria Giammarino Per gli ospiti più esigenti e riservati è disponibile la Masseria Giammarino, struttura risalente al 1600 con 7 camere, tutte dotate di comfort e piscina indipendente. A completare la privacy vi sono il ristorante ed un giardino separati dal resto del villaggio. Servizi del Villaggio Turistico Il villaggio turistico Corte del Salento dispone di piscina abbellita da isolotti verdi, staff di animazione, area bimbi, campi per giocare a calcetto/tennis, ascensore panoramico, 2 postazioni PC con connessione Internet, sala ristorante, parcheggio auto non custodito e solarium. La bellezza del luogo rende la struttura adatta all’organizzazione di matrimoni o altri eventi mondani, i quali potranno contare su un ottimo servizio di ristorazione e allestimento sala. Torre Sant’Andrea: cosa fare Se ci reca a Torre Sant’Andrea non si può fare a meno di andare in spiaggia, che è situata a pochi minuti a piedi dal villaggio Corte del Salento. Le bellezze ammirabili sono i caratteristici Faraglioni, ossia scogli che emergono dal mare, oppure l’Arco degli Innamorati, un ponte naturale sotto il quale è possibile fare immersioni per la bellezza delle acque. Si possono quindi prenotare delle escursioni in barca chiedendo direttamente al personale della reception. In merito a questo, per festeggiare i 10 anni di attività del villaggio Corte del Salento, verrà offerta a tutti gli ospiti della stagione estiva 2017 una gita in barca della durata di 4 ore, che prevede 2 fermate per fare il bagno e una gustosa frisellata. Chi ama le passeggiate può visitare la torre di avvistamento, un’antica struttura del 1500 fatta realizzare da Carlo V come vedetta di difesa dagli attacchi dell’esercito saraceno, che è circondata da […]

Continua